Eventi

Dal 12 Febbraio 2017 al 5 Marzo 2017

Scuderie Granducali Seravezza

"B&W l'amore per la pellicola" di Ken Gerhardt

Fotografo artista di Città del Capo, l'interesse per la fotografia gli arriva dopo gli studi artistici alla Michaelis Art School frequentando lo studio fotografico di Dirk Schwager. E' ormai da quarant'anni che porta avanti più ricerche fotografiche sia in bianco e nero che a colori,  a Seravezza si potranno apprezzare le seguenti ricerche "Film Revisited", "Gates 'n Fences", "The Garden Path", "Off the rails"  scattate tutte in negativo bianco e nero e stampate su carta baritata ai sali d'argento.

 

IL MIO PRIMO AMORE

E 'stato nella mia tarda adolescenza che le belle arti divennero una mia passione e, non mi aveva sedotto fotografia ma, sarei andato a studiare arte presso Michaelis Art School a Città del Capo.

L'interesse per la fotografia è arrivato in seguito, nello studio di Dirk Schwager. Fin dal primo giorno come suo stagista, mi è stato assegnato il lavoro in camera oscura. Dopo quattordici mesi nelle ' buie stanze' finalmente mi ha consegnato una Nikon F2, un rullino di pellicola in bianco e nero e mi ha fatto uscire alla luce del sole, "Portami indietro alcune foto e, assicurati che siano maledettamente belle! "
Sono passati 38 anni da quando ho iniziato a lavorare per conto mio come fotografo, ma è solo in questi ultimi anni che la mia passione per l'arte fotografica è tornata davvero a galla. Nel 2011, ho tirato fuori le mie vecchie fotocamere reflex Nikon e Kodak e ordinato pellicole Ilford ; Ora lascio la mia attrezzatura digitale a casa e mi avventuro alla ricerca di ispirazione e scatto foto; "Assicurati che siano maledettamente belle!",   echeggia nella mia mente.
So che la fotografia analogica, i negativi bagnati e le impronte di gelatine argentate, sono la via da seguire per liberare quel primo amore.”  Ken Gerhardt


"... La fotocamera non deve essere un dispositivo meccanico a freddo. Come la penna, è buona come l'uomo che la utilizza. Può essere l'estensione della mente e del cuore ... "- John Steinbeck.

       

     "Film REvisited"

 è un lavoro che include un vecchio classico britannico: una moto del 1942, la Royal Enfield. L'ispirazione era di emulare il regista Alfred Hitchcock che appariva in ogni film che aveva diretto. Allo stesso modo, Ken ha messo la Royal Enfield in ogni immagine a volte protagonista e, in altre, più defilata e spesso difficile da trovare nella fotografia stessa.

        

     "Gates 'n Fences"

Questo è un lavoro in continuo progresso ed è stato ispirato durante i sette mesi ci sono voluti per raccogliere il materiale per "Film Revisited" – sono rimasto affascinato dalle nostre campagne e gli innumerevoli cancelli delle fattorie che promettevano   chissà quale meravigliosa casa colonica 'nascosta'   al di là. E dalle aziende agricole che sono state recintate da un filo senza fine. C'è un vero e proprio intrigo   agli occhi di chi guida per giorni e mesi, testimoniando un paese quasi totalmente avvolto in fili!

"The Garden Path": Il sentiero nel giardino 

Karatara è un insediamento che si è sviluppato tra gli anni 1930-1945 per migliorare il livello di vita dei bianchi poveri in questa regione forestale.
Sono stato attratto da come le case apparivano identiche, tuttavia, ogni giardino ne cambia l'effetto finale in modo significativo.
Anche se ogni casa ha la stessa 'impronta', il suo appezzamento di terreno, in ultima analisi, la rende diversa dalle altre; allora mi sono chiesto: "Chi vive in fondo al sentiero del giardino e perchè queste differenze?"
Mentre fotografavo mi è diventato evidente che questo insediamento di bianchi poveri sta attraversando un cambiamento radicale.
Le generazioni di famiglie bianche che hanno vissuto qui ora stanno vendendo le loro case a gente di colore nella regione. Questo cambiamento di 'proprietà' è di grande importanza nel clima del Sud Africa di distribuzione e ri-distribuzione delle terre.
Purtroppo, entro i prossimi dieci anni, temo non ci saranno più "famiglie bianche 'che vivono qui. Nella mia esperienza ho constatato che a Karatara non vi è alcuna animosità o contrasto tra le famiglie di colore e bianchi; essi vivono in armonia gli uni tra altri. Una situazione molto particolare che non si trova in molti altri luoghi in Sud Africa.

Ho deciso di documentare prima le famiglie bianche per un motivo storico e  ritornerò a Karatara a fotografare la gente di colore con le stesse modalità. Questo potrebbe risultare in un libro raffigurante la convivenza armoniosa e pacifica dei sudafricani di cultura diversa.

Ci sono 132 case di costruzione simile a Karatara - 46% famiglie bianche; 54% famiglie di colore. Solo circa 18 anni Karatara era un villaggio solo di bianchi!

         

      "Off the rails"

Questo lavoro è ancora in corso e sto realizzando altre fotografie di questa serie - è anche un progetto di necessità.
C'è un detto   che recita; ".., Un profeta è mai ascoltato nella sua città natale."
Questa per me è una sfida perché questo è il tratto di ferrovia che ho conosciuto fin da bambino. E 'così tanto la mia città natale che voglio sforzarmi di guardare come se fosse invece la prima volta. La mia altra sfida è   che questa linea ferroviaria corre lungo uno dei tratti più belli di costa del mondo. Pertanto la categoria "Naturale" è la scelta adatta per questa serie di scatti.

riconoscimento M15/2017
design & developement © 2014 Artemysia Communication